Perchè JUVO?

La linea di prodotti JUVO si propone come soluzione innovativa per migliorare la salute e il benessere del nostro organismo, grazie a una dieta a base di cibo crudo e alimenti biologicamente attivi. Quante volte dopo un pranzo o uno spuntino pesante e insoddisfacente abbiamo rimpianto di non aver avuto a disposizione un alimento più sano, gustoso e leggero?
I tecnici JUVO sono riusciti a selezionare il meglio che la natura ci offre per creare il super alimento in grado di rispondere a questa esigenza di qualità, salute, gusto, soddisfazione e – non meno importante – estrema praticità.

Sono adatti a:

  • Chi vuole perdere peso in modo sano e equilibrato
  • Chi necessita di ottimizzare le prestazioni sportive
  • Chi ha bisogno di risolvere carenze nutritive
  • Chi non consuma frutta e verdura in quantità sufficiente
  • Chi non può o non vuole mangiare un pasto tradizionale
  • Chi ha poco tempo per la pausa pranzo
  • Chi si prende cura del proprio benessere
  • Chi vuole migliorare la qualità della sua vita

Salute e praticità

  • Non è necessario conservarlo in frigorifero
  • Pratico, comodo e veloce
  • Non occorre scaldarlo
  • Si può miscelare con acqua o altra bevanda non gassata a piacere
  • Subito pronto
  • Consumabile ovunque
img-segreti-corpoI segreti per un corpo sano e in forma

Download PDF

La parola agli esperti

Son diverse le testimonianze dell’efficacia dei prodotti JUVO. Una fra tutte quella del Prof. Enzo Soresi, Primario em. di pneumologia Ospedale Niguarda.

img-dott-soresi
Prof. Enzo Soresi
Primario em.di pneumologia Ospedale Niguarda
Professore a.c. Università di Milano
Specialista in pneumologia, oncologia clinica, anatomia patologica e tecniche di laboratorio
Segretario di OCTOPUS – www.octopusmed.it
“Ho appena finito di leggere un libro particolare scritto dal chirurgo giapponese Hiromi Shinya dal titolo “ Il fattore enzima. La dieta del futuro che previene le malattie cardiache, cura il cancro e arresta il diabete di tipo 2” edito dalla Macro Edizioni.
Questo medico, arrivato appena laureato negli USA, è diventato in pochi anni famoso per avere scoperto la colonscopia. Secondo questo celebre chirurgo con una alimentazione adeguata non ci si ammalerebbe mai di tumore. A riprova di queste sue affermazioni, egli scrive che tutti i pazienti da lui operati in oltre 40 anni di attività, seguendo la sua proposta alimentare, non si sono più ammalati di altri tumori né tanto meno hanno avuto recidive del tumore intestinale per cui erano stati da lui precedentemente operati.
Alla fine del suo libro, egli sintetizza le 7 regole d’oro per la buona salute. Seguendo questi consigli, si preserva quella che lui definisce “ la scorta di enzimi sorgente”, e di conseguenza si potrà vivere senza problemi una vita sana. Ecco sintetizzata la sua “buona dieta”: 85-90 % di alimenti derivati da vegetali:.
  • 50% di cereali integrali, riso integrale, pasta di grano integrale,orzo, altri cereali, pane di farro con farina integrale, legumi vari fra cui soia, fagioli di ogni tipo, ceci, lenticchie, piselli;.
  • 30% di vegetali verdi e gialli e ortaggi da radice come patate, carote, yam, barbabietole e non ultime alghe;
  • 5-10% di frutta fresca, semi, frutta in guscio e secca;
  • 10-15% di proteine animali o assimilabili (da 80 a 140 grammi al giorno);
  • qualsiasi tipo di pesce, meglio se di taglia piccola, in quanto i grossi contengono mercurio;
  • pollame: pollo, tacchino, anatra;
  • uova;
  • latte di soia, formaggio di soia, latte di riso, latte di mandorla;
  • limitare o evitare carne di manzo, agnello e maiale.
tabella-percentuali

Se ora analizzate le componenti di JUVO, sembrerebbe creato con la consulenza del prof. Shynia, in quanto è costituito per il 50% da riso integrale crudo e per il resto da verdure crude di prevalenti colori rosso, giallo e verde più alghe, frutti di bosco ed infine funghi terapeutici orientali Agaricus, Reishi e Shitake.
JUVO, quindi, risponde in pieno ai requisiti dietetici che mantengono vivi gli “enzimi sorgente” e oltre che come pasto sostitutivo potrebbe essere inserito, come suggerisce il Professore e biochimico nutrizionista Mauro Miceli, che ne ha studiato a fondo tutte le caratteristiche, come integratore prima di ogni pasto, nella misura anche di un solo misurino.
Personalmente, preferisco berne due misurini sciolti in acqua tiepida a mezzogiorno, in sostituzione del triste panino o del solito piattino da mangificio ed i risultati sono sicuri per quanto riguarda la diuresi e la regolarità del transito intestinale. Per quanto riguarda essere più sani, ho fiducia nel chirurgo giapponese e naturalmente cammino almeno 30 minuti 4 volte alla settimana a passo svelto.”
Sempre Shynia ricorda, appunto, che la cottura già solo a 48° uccide gli enzimi.